Stampa

Disturbi d'ansia

Una buona dose d’ansia consente un aumento dei livelli di prestazione

I disturbi d’ansia sono molto comuni, e rappresentano la patologia per cui ci si rivolge maggiormente ad uno psicoterapeuta.

L’ansia , se tenuta a buoni livelli, è un elemento della vita che ci consente di ottenere delle ottime performance che altrimenti non sarebbero possibili. Immaginiamo gli atleti prima di una gara o uno studente dinanzi ad una prova d’esame.

Una “buona” dose d’ansia consente un aumento dei livelli di prestazione, di contro un ansia eccessiva e pervasiva immobilizza e rende impossibile qualsiasi prova.

In tal caso si entra nella  dimensione dei disturbi d’ansia; il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM IV) individua cataloga e  descrive in:

  • L’attacco di panico corrisponde a un periodo preciso durante il quale vi è un insorgenza improvvisa di paura o terrore associati a sintomi come dispnea,dolore o fastidio al petto,palpitazione,paura di perdere il controllo e sensazione di soffocamento.
  • La fobia specifica caratterizzata da un ansia clinicamente significativa provocata dall’esposizione  a un particolare oggetto o situazione temute. Spesso si associa a comportamenti di evitamento.
  • L’agorafobia è l’ansia verso luoghi o situazioni nei quali potrebbe non essere disponibile aiuto in caso di un attacco di panico. Si associa al sintomo dell’ansia anche l’evitamento.
  • La fobia sociale è caratterizzata da un ansia significativa dal punto di vista clinico provocata dall’esposizione  a particolari situazioni o prestazioni sociali, spesso associata a comportamenti di evitamento.
  • Il disturbo da ansia generalizzata è caratterizzato da almeno 6 mesi di ansia e preoccupazione eccesive e persistenti.
  • Nel  disturbo post-traumatico da stress il paziente rivive un evento estremamente traumatico associato a sintomi pervasivi d’ansia ed evitamento di stimoli associati al trauma.
  • Il disturbo acuto da stress si verifica immediatamente  a seguito di un evento fortemente traumatico.
  • Il disturbo ossessivo-compulsivo e caratterizzato da ossessioni,che generano ansia, e compulsioni, comportamenti atti a neutralizzare l’attivazione ansiogena.